Tutto ciò per dirvi grazie

Quante volte si dice grazie tanto per rispondere qualcosa di cortese a qualcuno… non è il mio caso, non lo è mai stato.

Ero quella bambina irriverente e schietta che se un regalo non le piaceva lo diceva chiaramente. E se non lo dicevo mi si leggeva in faccia. Quella bambina dal volto angelico che se gli stavi antipatico girava la testa. Chiariamo, non era maleducazione, perché mia mamma si faceva ben rispettare (non con promesse ma con solide realtà, ancora ricordo le botte), ma perché a me se non mi piacevi non volevo mentirti.

Era una forma di onestà nei confronti di chi avevo di fronte. E questo aspetto del mio carattere l’ho portato con me fino ad oggi; se non mi piaci, il mio viso te lo farà capire, poi se non capisci saranno le mie parole a dirtelo.

Perché ho sempre pensato che non bisogna mai mentire nella vita, infondo non è detto che ci possano piacere tutti e non siamo obbligati a dire a tutti ‘Amore’. No, io le bilancio le parole. Vi faccio un esempio: Avevo poco più di 3 anni ed a casa mia tra dicembre e gennaio si ammazzava il maiale. Ho provato in tutti i modi ad evitare sta brutalità (io la vedevo così) senza risultato. Post omicidio si festeggiava a nel garage adibito a festa dei miei zii e lì si consumava il corpo del reato con polenta, canti e balli.

A me sta cosa non piaceva, non mi piaceva stare nel garage perché mi sentivo chiusa, non mi piaceva ballare per aver ucciso il maialino, non mi piaceva la compagnia. A 3 anni rimanevo a casa da sola, con il mio bel bicchiere di latte e biscotti, la Tv accesa sui cartoni e stavo bene lì.

Non volevo far contenta mia mamma perché dovevo, non volevo andare in un posto che non mi piaceva e non volevo mangiare quel piatto; non erano capricci, ma segno di onestà nei confronti di tutti. E mia mamma lo aveva capito. Infatti mi lasciva da sola a 3 anni (stava a 3 metri da me in realtà) perché io seppur piccola non avrei fatto nessuna sciocchezza.

Per questo oggi quando dico ‘Amore’ è perché davvero ho un sentimento, quando sorrido lo faccio con l’anima, quando dico grazie lo dico per davvero. Ed a voi, 10mila splendide persone và il mio grazie più grande. Nessuno avrebbe creduto in me, nessuno avrebbe mai scommesso che una semplice ragazza molisana avrebbe potuto iniziare a scalare la vetta. Io ci credo e voi ne siete l’esempio.

Ho passato l’anno scorso a ricevere porte in faccia. Ho creduto di non essere all’altezza di alcune aspettative, ho creato un sito di promozione locale, ma ero troppo difficile da sola portare avanti tutto ed allora ho lasciato la scrittura, convinta che non sapevo più scrivere. Poi come segretaria amministrativa ho capito che quando una cosa la ami fare ti viene innata.

Ed ho iniziato a riscrivere, ho creduto prima di tutto in me stessa, mi sono data un valore e sono andata avanti. Le porte che si sono chiuse oggi rimarranno chiuse per me questa volta, le porte che ho aperto da sola sono la mia grande consolazione.

E se tutto questo è accaduto il grazie più vivo è tutto il vostro. Vi ho parlato di me, qualche altro cenno lo trovate qui :

Se poi volete dare un’occhiata anche ad una vera crescita interiore vi consiglio questi due ragazzi, sono forti:

Grazie

Senza categoria

Esseffeblog View All →

Il tempo che abbiamo a disposizione è limitato, per questo dobbiamo cercare di vivere la vita che più ci piace….

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: