La sconfitta delle donne

Dove sono finite le donne? Oggi ho visto, con i miei occhi, la sconfitta delle donne e la cosa mi ha davvero turbata.

Lo dico come donna che ha sempre letto e studiato, che non disdegna una bella maglia, un concerto, una bevuto o un complimento. Sono una persona come tutte le altre.

Nella vita ho sempre dovuto combattere con il pregiudizio, perché la natura mi ha creato donna in una società che agevola l’uomo. Ma non mi sono mai fatta bloccare da pensieri e sciocchezze senza senso convinta che le battaglie prima o poi porteranno a qualcosa.

Le donne che ogni giorno fanno ‘a botte’ per avere solo ciò che meritano, le donne morte in una fabbrica, le donne che scendono in piazza avranno il loro risultato, non può essere diversamente… finchè non ti capita tra le mani la dura realtà.

Culi, tette, facce da cretine, musi da gallina e discorsi che mia figlia di tre anni ha già superato… Mi è caduto il mondo addosso. Ma credevo fosse un episodio unico… la pecora nera ci può stare. Ed invece mie care donne stamattina ho visto la sconfitta del genere.

Libri in mano (che sfido abbiano mai letto), in mutande… Socrate nei discorsi ma senza reggiseno, poesie di cultura generale sotto una foto hot. Ma che senso ha? Perché scomodare chi della sua vita ne ha fatto uno stendardo di cultura sotto una foto fatta in intimo?

se fossero ancora vivi, beh capirei, c’è una cotta palesata… ma care mie ragazze Leopardi, oltre essere un po’ lunatico, è morto giusto un po’ di tempo fa. E comunque era innamorato di Silvia.

Donne che si rendono ridicole solo perché vogliono apparire, voglio arrivare ad avere quei ‘seguaci’ per poter arrivare dove? Ad indossare due o tre maglie gratis? Ci accontentiamo di poco … e dall’altra parte donne che muoiono sotto gli schiaffi di un uomo violento.

Ragazzine che ricuciono la loro vita fatta a pezzi da un mostro e dall’altro lato queste ‘femmine’ in calore fuori stagione che postano foto nude sotto l’urlo di ‘Girlpower’. Ma dai…

Ecco, per questo scempio, propongo una settimana di foto serie, di citazioni, di cervello. Perchè una donna non è solo seno, sedere e belle gambe, mie care femmine (no, non siete donne) ed a causa del vostro essere puerile e fuori luogo, donne che valgono molto di più devono combattere contro pregiudizi e difficoltà.

Ma il discorso è molto più ampio. Perchè dietro ogni bacio a culo di gallina una donna perde di credibilità, una società si conforma a questo genere di persona, un lavoro viene visto con superficialità ed una ragazzina crede che per essere qualcuno deve far vedere il suo corpo, perfetto e sensuale.

E bada bene, l’estetica, la bellezza, il volersi bene non sono degli errori… Tutt’altro. Essere belle. indossare quell’abito, mettere quel rossetto o seguire la moda non fa della donna una scatola vuota, ma bensì solo un involucro curato per un cervello funzionante.

Potrei scagliarmi ancora, ma credo che dietro una foto così scema ci sia un quoziente intellettivo uguale. Mi rivolgo alle donne, quelle vere, quelle che del loro ruolo conoscono ogni sfaccettatura, quelle donne che combattono contro gli stereotipi, che scendono in piazza per gli stessi diritti e per salvaguardare la propria vita… ecco… voi farete la differenza… le altre le ritroveremo sul bordo strada ad osservarsi allo specchio.

Le donne che studiano..

Vi lascio un link su una categoria di donne che più conosco: la mamma..

Senza categoria

Esseffeblog View All →

Il tempo che abbiamo a disposizione è limitato, per questo dobbiamo cercare di vivere la vita che più ci piace….

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: