Mindset, cos’è?

Negli ultimi giorni nei social ci sono sempre più tag con mindset. Ma cos’è realmente questa parola? Cosa significa?

Basta andare su Google Translator e digitare mindset; la risposta sarà: mentalità. Ma ha un significato molto più ampio, quello che affronteremo oggi.

L’essere umano è una macchina perfetta, e questo lo sappiamo, ma forse non tutti conoscono la grande forza del nostro ragionamento. Così forte da poterci spingere oltre ogni limite.

E tutto deriva dalla mentalità, l’atteggiamento, la prospettiva con cui ci poniamo davanti le cose. Se vogliamo diventare, per esempio, parrucchieri possiamo farlo in due modi. Possiamo aspettare che qualcuno ci chiamo, noti le nostre capacità, ci insegni qualcosa, facciamo la gavetta e se tutto va bene fra una trentina di anni potremmo aprire i nostro amato salone.

Oppure possiamo utilizzare il nostro mindset e prendere di petto la nostra vita. Magari seguendo un corso intensivo, fare pratica e buttarsi nel mercato sfruttando le nostre capacità. Questo potrebbe essere un esempio, magari sciocco, per farvi capire quanto è importante la nostra mentalità.

Tutto dipende da come affrontiamo le cose. Se avessi pensato a quanto era difficile crescere due gemelli, le difficoltà, le spese e le notti insonne forse sarei uscita fuori di testa ancor prima di partorire.

Utilizzando il mio mindset (il mio modo di comportarmi in alcune condizioni) mi sono rimboccata le maniche ed ho affrontato ogni giorno, passo dopo passo. E fuori di testa ci sono andata molto più in la, o almeno credo 🙂

La cosa difficile è stato rendere il mindset il centro della vita, organizzandola esattamente verso dove volevo andare, cosa volevo fare, chi volevo essere. E tutto è partito proprio da questo ultimo punto

Io chi volevo essere? Ci ho riflettuto a lungo, ho deciso che io volevo essere una blogger. E così con il sorriso sulle labbra ogni giorno, per quasi tre mesi ho scritto di me, della mia vita, delle mie difficoltà.

Non mi sono fermata quando non sapevo cosa dire e di cosa parlare, no, sono andata avanti perché tutte le mattina mi ripetevo ‘tu chi vuoi essere?’. Ed il mio mindset l’ho applicato ad ogni risveglio.

Provate a mettere la sveglia con su scritto ‘Tu sarai ciò che vuoi essere’. Ogni mattina al risveglio troverete questo messaggio, questa forza, questa convinzione. E’ il primo passo del vostro mindset. Avete deciso chi essere.

Bene ora realizzatelo, un passo alla volta, un ragionamento alla volta. Perché se vi fa stare bene è la cosa giusta da fare. Quindi dopo aver deciso chi volete essere bisogna affrontare cosa volete fare. Di solito è strettamente proporzionale.

Non potete essere parrucchieri e fare gli idraulici. Quindi qualsiasi cosa voi volete essere sarà direttamente proporzionale con ciò che farete. Tutto questo arriva direttamente dal vostro Mindset ed è nelle vostre mani.

Se potete pensarlo, potete realizzarlo… quindi, guardatevi allo specchio, voi sarete esattamente ciò che volete essere, farete ciò che volete nel posto che vi rende felice. E dovrete ringraziare voi stessi, il vostro cervello ed il vostro mindset. Quindi perché state aspettando?

Vi lascio un articolo sul mindest così da poterlo approfondire per bene ed un link mio… se lo avete perso.

Tu sei migliore…il mio post per voi

Mindset

challange

Esseffeblog View All →

Il tempo che abbiamo a disposizione è limitato, per questo dobbiamo cercare di vivere la vita che più ci piace….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: