Un anno fa o poco più

Avete presente quando avete la certezza di saper fare tante cose, ma non ne realizzate nemmeno una? Ecco questo era quello che accadeva circa un anno fa o poco più.

Era arrivata al punto di capire cosa non ero, ma non riuscivo a focalizzarmi su cosa sarei voluta essere. E così lavoravo in maniera meccanica, senza impegnarmi, senza sapere dove andare.

Venivo da varie cose andate male, da idee bocciate e porte sbattute in faccia solo perché ero madre. Certo nei tre anni precedenti mi ero annullata, ma avevo voglia di risorgere… Ma per davvero.

E così inizia da me stessa. Un viaggio duro lo ammetto, ma che bisogna fare. Mi sono presa un caffè con me stessa ed ho ragionato per punti:

1) Sono una mamma di gemelli

Il primo punto indiscusso è che io resterò sempre e comunque una mamma di due bambini che hanno ancora (e credo per sempre) bisogno di me. È stata una mia scelta avere figli e dovevo mettere in considerazione che le mie scelte non dovevano assolutamente gravare su di loro.

2) Sono una moglie

Ebbene sì. Nonostante l’esaurimento e le difficoltà un uomo è al mio fianco. Da ben 10 anni. Quindi dovevo considerare che il matrimonio è la vita di coppia doveva essere curata.

3) Io sono importante

Non è da sottovalutare. Perché per 4 anni tra pappe, notti insonne e cura della casa ero diventata più una colf che una persona. Capelli arruffati, occhi scavati, chili accumulati e perennemente con la tuta. Non ero più io, non mi riconoscevo più e davo le colpe ai due punti sopra.

4) Il mio futuro

Preso in considerazione tutto decisi che era il momento di capire cosa volevo essere e cosa volevo fare. Prima di tutto ho iniziato a volermi bene. Una sana alimentazione è il punto di partenza. Che perdo o no i chili il cibo è il punto di partenza. Ho deciso di aggiungere la palestra due volte a settimana. Così pian piano ho iniziato a vedermi diversa.

Iniziai a leggere.. Non importava se libri o riviste ma volevo rimettermi in gioco e la formazione era il passo importante. Studiavo la notte quando gli altri dormivano. Ed ogni giorno era una scoperta.

A lavoro ero diventata bravina così inizia a fare ciò che mi piaceva. Prima studi su Instagram e Facebook, poi il blog, poi la scrittura, i video e man mano facevo un passo avanti.

Iniziai a gestire pagine social con diversi successi, ho imparato a creare siti, a fare video, a essere interessante ed a scrivere. Era il momento di fare un passo avanti.

Cambiai look… Ero nuova ed ero diversa e lo si doveva vedere. Sempre moglie e sempre mamma, ma ora ho quasi raggiunto il mio obiettivo e tutto questo l’ho fatto in un anno.

Difficile? Da morire… Impossibile? Assolutamente no e questo dipende solo da voi e dalla vostra convinzione di voler cambiare davvero.

Oggi sono ancora in crescita perché la formazione resta per me una cosa seria, ma oggi i miei passi sono certi… So dove voglio andare e so con chi voglio fare questo viaggio.. Dove mi porterà non lo so, ma vi terrò aggiornati.

Oggi lavoro come esperta in comunicazione per Docety, sono una marketer per il noto canale ‘Quei due sul server’, scrivo su un blog, gioco su Instagram con 17mila followers e non ho ancora finito.

Perché è vero che sono mamma e sono moglie, ma è anche vero che sono anche una donna di 34 anni che ha deciso dove andare.

E voi? Cosa volete fare? Avete deciso dove vi porterà il vostri mindset?

Le mamme

Esseffeblog View All →

Il tempo che abbiamo a disposizione è limitato, per questo dobbiamo cercare di vivere la vita che più ci piace….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: