MiracleMorning, il video del quarto giorno e la zona di comfort

Quattro giorni sono passati e mi sono prefissata il primo obiettivo: uscire dalla zona di comfort. Ed è stata una figata

Ma andiamo per gradi…

Ieri sera preparo il tutto per la mattina e per il mio MiracleMorning. Poi mi accorgo di un articolo sulla crescita personale e sull’affrontare qualche sfida, qualche passo in avanti per continuare a crescere.

Ho iniziato a cercare di capire che cos’è sta zona di comfort… Nulla di più delle nostre normali abitudini e delle risposte che diamo alle cose nuove.

Pensateci… Ci alziamo e c’è la routine della mattina, conosciamo benissimo quello che ci piace e andiamo spediti. Poi magari ci dicono che per stare bene magari dobbiamo bere un frullato verde. Noi? Ma se a malapena riesco a buttare giù il caffé pensa se faccio altro… magari inizio domani.

Vi ho fatto un esempio perfetto di zona di comfort e delle risposte che diamo alle cose nuove.

Oggi l’ho sperimentato

Fuori pioveva ed ho un libro da finire di leggere… ma posso farlo lentamente una pagina per volta la sera. Una mia amica mi ha detto ‘Scusa, ma mentre aspetti che si prepari il pranzo mentre i bambini mangiano o guardano la tv non puoi leggere?’ Si, potevo, ma di solito in quei momenti guardo il telefono, guardo la tv…spengo il cervello. Non ne avevo voglia eppure sono uscita dalla mia zona di comfort e l’ho fatto.

Mi sono rilassata lo stesso, leggere un bel libro è una bella esperienza, e sono andata avanti con il lavoro… All’inizio avevo il muso storto tipico di chi non ne aveva voglia.

Perché quando dobbiamo fare qualcosa di diverso, che non conosciamo, che è diverso dalle nostre abitudini anche se è utile, se è giusto, ci sembra strano, anche difficile.

Poi man mano sembrerà differente.

Il mio quarto giorno di Miracle Morning è andato così… domani sarà un altro giorno che vi documenterò passo passo nel canale Youtube… per il momento vi tengo aggiornati…sono a metà strada della mia crescita… ho preso consapevolezza di ciò che non va e l’ho affrontato, ho capito cosa è giusto per ora e dove voglio arrivare… Il resto è solo un dettaglio di tempo..

Quattro ore di sonno…che Dio mi aiuti

challange

Esseffeblog View All →

Il tempo che abbiamo a disposizione è limitato, per questo dobbiamo cercare di vivere la vita che più ci piace….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: